Skip to main content

L’artista interviene sul gabbiotto rimuovendo tetto e finestre. Le sculture, elaborazioni di scheletrati odontoiatrici, si saldano a ciò che resta dell’architettura. Durante la serata inaugurale due persone indossano sculture-grillz, aggirandosi dentro e attorno a Manifattura. L’operazione è documentata in un libro di Aosta.
Prede apre la bocca e guarda la fragilità dei sorrisi. La scarnificata architettura di Toast consente a ciò che è vulnerabile di unirsi e fiorire. Due persone mordono le antiche protesi impazzite e affrontano la bestialità dell’essere umano perseguendo una realtà desiderabile. Una società nuova potrebbe nascere da un atto ancestrale.
A cura di Stefano Giuri e Gabriele Tosi
Performer: Rebecca Mari, Damiao Solfanelli

it

Toast Project Space, nato nel 2019 nell’ex portineria della Manifattura Tabacchia di Firenze, su iniziativa dell’artista Stefano Giuri. L’Obiettivo dello spazio è quello di supportare la ricerca artistica contemporanea attraverso la produzione di progetti site specific. All’attività espositiva si aggiunge la ricerca editoriale del progetto Aosta Publishing.

en

Toast Project Space, born in 2019 in the former porter’s lodge of the Manifattura Tabacchia in Florence, on the initiative of the artist Stefano Giuri. The aim of the space is to support contemporary artistic research through the production of site-specific projects. In addition to the exhibition activity, there is also the editorial research of the Aosta Publishing project.

Donate.